fbpx

In queste ultime settimane la situazione dei contagi da coronavirus ( tecnicamente SARS-Cov-2) è seria e si è intensificata. Per questi motivi, e anche a causa del comportamento irresponsabile di troppi italiani (per non dire altro), lo stato italiano si trova ad affrontare circostanze nuove e che necessitano di interventi chiari, risolutivi e decisi.

Da oggi tutta l’italia è “zona rossa”. Qui è possibile leggere il decreto ministeriale dell’8 marzo, naturalmente lo terremo sempre aggiornato con le eventuali – inevitabili – modifiche.

Tra le diverse disposizioni una in particolare è di grande importanza e si riferisce all’autocertificazione per la dichiarazione di responsabilità in caso di spostamento per lavoro o motivi di salute. E’ importante sottolineare che le suddette disposizioni, seppur un po’ nebulose in alcune parti, parlano di “controlli” da parte delle forze dell’ordine con possibilità di ammende fino all’arresto.

Sappiamo perfettamente, quanto sia complicato RIDURRE AL MINIMO i contatti, gli spostamenti e gli incontri. In alcuni casi, impossibile. Pensiamo solamente ai nostri medici, infermieri e operatori sanitari…

Assumendo tutte le cautele del caso, in particolare facendo fede al nostro senso civico e di responsabilità, qui puoi trovare il modulo di autocertificazione che può essere utilizzata dai lavoratori e dalle persone che, PER COMPROVATA NECESSITA’, hanno bisogno di tale documentazione per poter andare a lavorare o recarsi presso un ambulatorio.

Sappiamo che è ben poco rispetto a ciò di cui realmente avremmo tutti bisogno, ma proviamo in qualche modo ad essere vicino alla comunità e a tutti i nostri clienti con interventi mirati, in completa sicurezza, dove possibili gratuiti o con tariffe agevolate. #noicisiamo

Inoltre, per la nostra regione, qui trovate il testo dell’ordinanza regionale in vigore dall’8 marzo per la Regione Emilia Romagna.